I 7 segni che ti dicono che sei nel Risveglio del Sacro Femminile

L’energia sacra femminile è presente nelle donne tanto quanto negli uomini, insieme a quella sacra maschile.
Queste due polarità coordinano tutta la vita sulla terra in una danza armoniosa, potente ed amorevole.

Il suo risveglio riguarda quindi tutti quanti, il mondo infatti dal 2012 sta entrando in un nuovo paradigma, in cui il sacro femminile nella sua qualità energetica ricettiva, sta facilitando l’apertura del cuore, portando a galla tutto ciò che a livello sessuale, emozionale, mentale e spirituale va integrato.
I vecchi sistemi stanno crollando: i sistemi politici, economici, governativi, ambientali, sociali, familiari e così via vengono sostituiti nel nome di un nuovo sistema basato sulla cooperazione.

Il risveglio del sacro femminile spesso si verifica attraverso una crisi spirituale, un richiamo alla vita passata o un altro evento mistico, attraverso la nascita di un figlio, la guarigione da una malattia, un incidente o un importante innamoramento (non solo di una persona ma anche di un progetto).

Il processo di trasmutazione del dolore passato e del trauma permette di uscire dal sistema patriarcale nel quale la separazione tra le energie femminili/maschili ha portato l’umanità a drammatici scontri sia interiori che esteriori.

Il sacro femminile sta sostenendo l’umanità ad una nuovo dialogo interiore che si riflette in ogni aspetto della vita. Un po’ alla volta, dona la possibilità di togliere i veli delle illusioni portando a galla la verità, allineando ciò di cui si ha veramente bisogno con ciò che si sente e si pensa.

Il processo di risveglio avviene naturalmente, ma può essere piuttosto doloroso e disordinato.
Ecco perché è importante avere il contenitore giusto per supportarlo in modo che si sviluppi con grazia e purezza. Per le donne avviene più facilmente poiché il loro stesso corpo è per natura un contenitore ricettivo, per gli uomini può avvenire più lentamente perché la struttura del loro corpo è radicante e penetrante ed è per questo che è molto importante per entrambi ritagliarsi degli spazi lontano dalla quotidianità della giornata.

Lo spazio del sacro femminile è paragonabile ad un utero o caverna che protegge, che permette l’ascolto delle emozioni, la gestazione, la percezione sottile della realtà.
Quando entriamo in contatto con questa energia abbiamo tutti i sensi amplificati e la sensazione che non ci sia più né tempo né luogo.

Prima di entrare nelle fasi, voglio sottolineare quanto sia fondamentale non affrontare il processo da sola/o.
Prendi sul serio il tuo risveglio: ricevere le giuste cure, un tutoraggio-formazione e una struttura adeguate sono fondamentali per divenire una persona totalmente guarita e pienamente risvegliata.
Se non lo fai, i tuoi doni saranno persi, o nel migliore dei casi diluiti e soppressi.

L’inconscio collettivo e quello personale sono molto inquinati e pregni di memorie di abusi, e quindi necessitiamo di molta compassione verso noi stessi prima di tutto.

Anche se l’argomento è molto ampio e non esiste uno schema preciso, ho riassunto i sette segni più comuni di questo meraviglioso risveglio,  basandomi sulla mia personale esperienza e su quella delle persone che ho avuto l’onore di guidare.
Spero che ti possano essere utili!

I 7 segni più indicativi di un Risveglio del Sacro Femminile in te possono essere:

  1. Aumento delle percezioni sensoriali ed extra sensoriali.
    Le tue qualità nutritive, le emozioni e i doni intuitivi si sentono chiamati ad essere risvegliati ed allineati. Potresti, ad esempio, trovarti all’improvviso a cambiare del tutto i tuoi gusti alimentari, allontanarti dai centri commerciali e preferire le mostre, i concerti, gli eventi che promuovono la cura della bellezza e del nutrimento profondo per l’anima.
    Potresti ritrovarti in una nuova sessualità, più intensa e centrata sulla vulnerabilità, sulla resa, sul desiderio di stare nella relazione con te stesso e l’altro nella fiducia.
     
  2. Desiderio crescente di stare in contatto con la natura e fare concretamente qualcosa per la sua salvaguardia e tutela.
    Potresti provare l’impellente impulso di creare dei progetti o partecipare a piani d’azione concreti.
    Potrebbe aumentare il dialogo con Madre Terra e tutte le sue creature, portandoti a comprendere il suo linguaggio simbolico e sacro e cambiando il tuo punto di vista su tutto ciò che concerna la cura di te stesso e degli altri.
     
  3. Sentimento vago o addirittura forte di aver servito come sacerdotessa/sacerdote in una/molte delle tue vite passate a servizio del sacro femminile in armonia con il maschile.
    Potrebbe essere aumentata l’attività onirica e potrebbero venire a galla visioni, sensazioni, nozioni che hai raccolto nel tuo passato di anima e che servono per la realtà presente.
     Potresti aver incontrato nel tuo cammino una o più anime che hanno fatto parte delle tue vite passate oppure con le quali è necessario collaborare per un unico obiettivo (famiglia d’anima).
     
  4. Accettazione della ciclicità.
    Tutto si muove ciclicamente in fasi che tra loro si integrano come una danza armoniosa, saggia e precisa.
    I cicli delle età, delle stagioni, del sole, della luna, della giornata, biologico femminile e maschile, dei tuoi stessi organi e delle tue esperienze.
    Potresti notare sempre più che ogni ciclo, seppur uguale nei suoi punti chiave, ti porta doni sempre nuovi e stimolanti, alimentando l’amore per te e la vita stessa.
    La magia, lo stupore ed il ben-essere potrebbero tornare a riempire di miracoli la tua vita!
     
  5. Desiderio impellente di immergerti nel mondo di guarigione, di diventare un insegnante, un guaritore o un leader nel campo delle arti olistiche del benessere, anche in ambito mistico o della metafisica.
    Potresti risvegliare i tuoi talenti (passati e presenti) ed avere la chiara certezza di volerli mettere a disposizione dell’umanità.
     
  6. Senso di liberazione graduale dal giudizio e dal senso di colpa.
    Allineando tutti i tuoi centri e purificando la tua energia sessuale esci dalla polarizzazione (separazione) ed entri nell’unità.
    A livello del cuore questa unità concerne la capacità infinita di dare e ricevere a servizio dell’amore puro. Potresti un po’ la volta avere un punto di vista sempre più compassionevole verso te stesso, gli altri ed il mondo, assumendoti pienamente la responsabilità di te stesso ed alimentando una concreta forza interiore che dona sempre più calma e flessibilità.
    Non sono più gli eventi a sovrastarti ma sei tu a cavalcarli con una nuova consapevolezza.
     
  7. La libertà dalla paura della morte.
    Gradualmente, il tuo ego si purifica e diventa sempre più semplice trasformare il veleno in elisir.
    Una cosa è la paura istintiva, quella che stimolata dal cervello rettiliano ci guida attraverso i sensi a ciò che può farci bene o non bene (ad esempio, andare o no in un luogo, incontrarci o no con una certa persona, mangiare o no un determinato cibo etc… pensa ad un lupo nel bosco).
    Altra cosa è la paura che ci hanno instillato nella mente per la vita stessa, facendoci credere che tutto è sofferenza e che meritiamo questa sofferenza, che dobbiamo pagare per essere qui in questo corpo.
    Questo tipo di paura ci ha resi controllabili, continuamente spaventati per tutto e che ci ha allontanato dalla nostra innata saggezza.
    Quando ti liberi dalla paura della morte non c’è nulla che può fermarti nella tua forza interiore: in grembo, cuore, mente.
    Tu sei un Dio, tu sei una Dea.

Con amore, Giulia

  • tutti i diritti riservati – Giulia Mion 2018

VISUALIZZA L’ARTICOLO ANCHE QUIhttps://www.naturagiusta.it/benessere/i-7-segni-che-ti-dicono-che-sei-nel-risveglio-del-sacro-femminile/