Testimonianze

Silvia: “Giulia, come al solito maestra impeccabile e donna meravigliosa che riesce ad unire le donne più diverse insegnando rispetto e consapevolezza. Avevo proprio bisogno di questa femminilità! Grazie alle sorelle che ho incontrato ieri. Spero di ritrovarvi presto!”.

Pamela: “Un abbraccio di luce a tutte sempre riconoscente a Giulia,che la sento un po’ la mia mamma spirituale…ieri mi ha accompagnata in un percorso che da sola nn avrei mai potuto fare…❤. “

Francesca: “Io nn sopporto la competizione tra le donne ma amo condividere supportare e oggi è sta una giornata speciale dove ho sentito dentro di me energia positiva. Ringrazio di cuore Giulia per come ci ha guidato oggi e la nostra mae Monica che ci ha dato questa bellissima opportunità. W le femmine!!!.”

Sonia:  “Grazie per la profondità con cui abbiamo condiviso la giornata di ieri, è stato un evento di grande crescita personale e collettiva, la gioia che provo nel cuore ripensando al percorso fatto risuona ed illumina ogni cellula del mio essere, grazie alle persone meravigliose che ho conosciuto e grazie a quelle che ho riabbracciato, ogni volta è sempre una forte emozione… “.

Enrichetta: “Come dico da un po’: un viaggio inizia sempre da un viaggio interiore.
Danzare per incontrare noi stesse è uno dei viaggi più importanti che facciamo, significa ritrovarci, vederci, svelarci…
Ci sveliamo a noi stesse e con questa consapevolezza possiamo decidere a chi concedere la nostra grazia sottile, la nostra Dea interiore, a chi aprirci.Tutto è dentro di noi, ma il gruppo che ci accoglie e la guida amorevole di Giulia facilitano questo incontro e questo riconoscimento.
Benvenute nel percorso Sacro, di Danza della Dea.”

Bruna: “Conosco e sono diventata amica (uso ben di rado questa parola!) di Giulia, ma metto da parte gli apprezzamenti personali e mi rendo distaccata e dico: Giulia è un’insegnante estremamente precisa, competente e generosa, che lavora con la grande dolcezza che la contraddistingue senza perdere nulla in forza e determinazione. Oltre questo, Giulia vuole trasfondere tutta la sua esperienza di vita di donna che cerca pienamente di costruire la Se Stessa Donna alle altre che vogliano confrontarsi, chiedere lumi, condividere. E’ una Donna e Insegnante generosa e illuminata. Pronta al consiglio che nutre l’anima, alla condivisione e all’empatia. Non da ultimo, Giulia è poetica in tutto, e quindi nella sua danza, nell’insegnare, nel porsi, senza perdere di presenza, efficacia ed efficienza. Tolto questo, il resto che potrei dire sarebbe perché le voglio bene. Ma non serve, e lo tengo per me. “

Daniela: “Giulia è, prima ancora che una bravissima danzatrice e insegnante,una donna splendida. E, prima ancora che danza, comunica il suo splendore.”

Francesca: “Giulia Insegnante meravigliosa di danza, di vita e molto altro.”

Susanna: “Vedo la tua intervista per il Simposio delle Donne e tutto mi sembra incredibilmente familiare, convinzioni che avevo e che ho sotterrato sotto il peso degli schemi quotidiani, imposti e autoimposti. Sei una splendida donna dea, un esempio per noi tutte. Spero di incontrarti presto e la danza è una perfetta occasione! Grazie, Giulia!”.

Emanuela:Grazie Giulia per la tua luce e perché l’ hai condivisa con noi”.

Laura: “Forza, Grazia, Armonia, Visione, Concretezza, Rigenerazione, Benessere e Bellezza Pura.”

Stefania: “Grazie Giulia !!! E’ stato MERAVIGLIOSO !! E stasera comincero’ a fare i bellissimi esercizi che ci hai insegnato !! … La Bellezza vive in noi … Risvegliamo la nostra Afrodite !! .. E TU SEI UNICA,SPECIALE,MERAVIGLIOSA !!!!! GRAZIE! A presto !!! Vorrei seguire ogni tuo seminario !!!! mi faccio trasferire a Pordenone.

Marta: “Ho iniziato perché guardandoti ballare ero rimasta stregata…. La tua danza mi ha aiutato a crescere e riscoprire la femminilità e la fiducia in me stessa! Anche se è da tanto che non ti vedo ti avrò sempre nel cuore!! Un bacione”.

Maria: “Io ho fatto con te il mio primo corso, ed era il tuo primo corso da insegnante! non avevamo neanche gli specchi, nessun vestito. ma eravamo principesse e fate, tutte! grazie a te!!”.

Fabrizia: “E dopo la giornata di oggi, torna il sereno nel cuore e la voglia di tornare a danzare noi stesse… Grazie Giulia, ora la strada è più chiara e il cuore leggero 🙂 ” .

Danza Anima Femminile

Simona “Grazie per lo splendido stage di Velo poetico…sei una Dea dolcissima, sei davvero il tramite tra cielo e terra, grazie ci hai fatto vivere un sogno a me e Letizia, grazie di cuore”.

Elisa: “Grazie infinite a tutte le donne meravigliose che hanno partecipato a questi 2 giorni di intenso lavoro interiore ? grazie a te Giulia, per la tua luce, il tuo sorriso, e per indicarci la via come una faro nella notte”.

Elena: “Due giornate meravigliose, un segno indelebile dentro di noi!!!”.

Susanna: “Un Grazie a te, per la tua condivisione, la tua creatività e amore”.

Anna: “Grazie infinite ..meravigliosa come sempre..ne avevo proprio bisogno”.  

 

 

 

 

 

 

Monica: “grazie mille a te, sei unica… e grazie alle compagne, nel cerchio si è creata una grande energia”.

Cristina: “Grazie per le “inaspettate” emozioni che mi hai fatto provare, grazie alla tua mano che mi ha stretto forte creando una meravigliosa energia e soprattutto grazie per essere così.. .una fata dolcissima”.

Bruna: “Una spirale in crescendo di insegnamento profuso con generosità e sapienza, tecnica e cuore, cuore e tecnica; corpo e anima, anima e corpo….Giulia… man mano che le ore passavano era sempre più bella e luminosa! nutrita dell’Arte che, attraverso lei nutriva noi, e, attraverso noi, le ritornava…. un cerchio pieno di armonia!”.

E.: “un angelo venuto dal cielo, una creatura celestiale, una dolce presenza che ti guida durante l’intera lezione al termine della quale ti ritrovi improvvisamente, con le lacrime agli occhi… questo mi ha regalato Giulia insieme al suo stile impeccabile, grazie, continua così!”.

M.: “la tua dolcezza mi ha insegnato ad ascoltare la voce del mio cuore… “.

A.: “grazie a te Giulia per averci insegnato ad ascoltare il nostro corpo, grazie a te per il coraggio e la voglia di “provare” che ci hai infuso, grazie per la pazienza, grazie grazie grazie per la bellezza della tua danza e grazie per averci regalato a tutte un pezzetto del tuo cuore… “.

D.: “a Giulia che con la sua danza crea una sorta di magia a tuti quelli che la guardano….incantati… “.

D.d.S.: “bella, estremamente femminile ed elegante dei movimenti, esprime tutto il suo essere di Dea danzante”. 

MariaStrova: “Giulia nella sua scuola di Udine ha creato un gruppo di donne che collaborano assieme e crescono assieme. Non soli

ste che si riuniscono per una lezione di tecnica soltanto ma donne che si rispettano avvicenda e imparano una d’altra con la sua guida gentile. Questo è molto bello in un mondo che tende a separare invece che a unire le persone. Un abbraccio a tutti voi e In bocca al luppo, Giulia! Suerte!!!”.

Riyueren innerland.splinder.com/pos

t/21878904/DANZA
Lunedì, 14 dicembre 2009 – DANZA (Dreamdance) – Per Giulia Mion
“La Realtà non è che un velo sui tuoi occhi. Oltre il Reale, profondo, dentro l’anima, danza il Sogno: palpito di Mistero, per noi umani. Lo cerchiamo ovunque, nelle persone e nelle cose … e non ci accorgiamo che batte all’unisono con il nostro cuore: è lì. Per fortuna nostra (e del Sogno) esistono anime che ci aiutano a trovare la strada … che ci porta a noi stessi. Anime meravigliose che c’insegnano ad ascoltare il nostro cuore. E a sollevare il velo.
Queste parole e le foto che le accompagnano sono dedicate a Giulia Mion un’anima che Danza il Sogno e rende partecipe della Visione interiore chiunque la guardi danzare.
Io non ho soltanto guardato, ho fotografato tutta la Bellezza che andava sprigionandosi, insieme alla Luce, sul palcoscenico, durante la danza di Giulia, e poi anche dopo, perché mi è rimasta nel cuore e non lo ha più lasciato.
“La Vita è movimento. Anche là, dove i nostri occhi non colgono che silenzio: una pietra, per esempio, ha in sé vibrazioni così rapide da essere impercettibili … staticità apparente. C’è una Danza, in noi e in quelle che chiamiamo “cose”, fatta di Luce e di Ombra: forse c’è anche nelle emozioni e nelle parole che danno loro un nome trasformandole in pensieri.
Io ho conosciuto il mondo dei suoni, la danza del respiro, quando l’anima solleva il velo cantando.
Poi quelle stesse parole sono diventate corpo, si sono rivestite di respiro e la mia voce ha cominciato a danzare. Mi ha accompagnato sulla strada. In seguito i miei occhi hanno cominciato a vedere in un modo diverso, fatto di luce e di ombra, forme e colori. Nelle cose e nelle persone. Esistono mondi altri, differenti piani del vivere. Dimensioni in cui devi muoverti diversamente: sono sentieri a spirale che tu attraversi e al tempo stesso attraversano te.
Come posso spiegare? C’è una foto di Giulia che rende bene l’idea: qui la Danza è al massimo del suo movimento, secondo me. Perché nell’inizio è già contenuto il percorso, come nel seme è racchiuso il frutto.
Questo mio viaggio mi sta portando sempre di più dentro di me ma ancora di più al di fuori. Un’emozione, una sensazione, indescrivibile, a parole: con le immagini, forse.
Sentire il proprio corpo muoversi nello spazio, alleggerirsi a seconda del respiro, persino a seconda dei pensieri. Variare l’appoggio da un piede all’altro, così simile all’appoggio della voce, del respiro, nel canto.
Giulia mi ha scritto che” la voce è corpo”. Posso ben dire che ha ragione. Ma io, guardandola danzare, posso aggiungere che “il corpo è voce”. Un canto silenzioso, ma un vero canto dell’anima”.

LUCY,  in riferimento alla danza di Giulia al congresso di Riccione nel 2-3 Giugno 2008: “Giulia Mion…l’ho adorata, come spettava alla Dea Madre che ha portato in scena, solennemente, con dolcezza estrema, con quei movimenti piccoli e tondi, rispettosi del suo stato e del suo corpo, con un sorriso vero e intimo, che è stato il suo regalo elargito ad un pubblico intenerito (Ti sei commossa, Lucy?! Si, anch’io, l’Erode in gonnella che sono, come sa chi mi conosce bene), e al quale non abbiamo potuto non rispondere, con altrettanta sincera intensità.”